Sommario della pagina:
stampa questa paginastampa questa pagina
Personalizza lo stile

Siti Archeologici Provincia dell'Aquila

Cerfennia

Comune:  Collarmele
Tipologia:  Rinvenimenti sporadici
Come arrivare:  A25 uscite Aielli-Celano o Pescina/ seguire indicazioni per Collarmele da Napoli: A1 NA-RM uscita Caianello/ seguire indicazioni per Castel di Sangro/ Roccaraso/ Sulmona/ A25 direzione Roma uscite Aielli-Celano o Pescina/ seguire indicazioni per Collarmele
Notizie:  Si conosce molto poco del centro di Cerfennia, l'odierna Collarmele, per la mancanza di fonti sicure. La sua storia si inquadra nella storia della Marsica antica, il cui centro era e rimane il lago di Fucino. E' citata dalle fonti antiche come "oppidum", ossia una cittadina fortificata, con funzione di frontiera tra il territorio dei Marsi e quello dei Peligni, funzione che mantenne anche in epoca medievale. Il centro sorgeva lungo la via Valeria, in prossimità dell'odierno abitato di Collarmele, già nella prima metà del I secolo d.C. quando l'imperatore Claudio (41-54 d.C.) fece prolungare il percorso della via Valeria da Cerfennia a Chieti. Dopo la battaglia di Tagliacozzo (1297) ogni abitato della Marsica tentò di difendersi con torrioni e mura di cinta, ed anche Collarmele si dotò di una torre cilindrica, alta 18,45 metri per un diametro di 9,60.
Informazioni:  Municipio tel 0863-78126