Sommario della pagina:
Personalizza lo stile

Immobili Regionali

Progetto per l'attivazione di strumenti di analisi, verifica e controllo di qualità e funzionalità sul patrimonio immobiliare in uso alla Giunta Regionale, finalizzato alla razionalizzazione della programmazione degli interventi di manutenzione

1. Descrizione generale del Progetto

La costituzione di un database contenente ed illustrante lo stato di conservazione degli immobili in uso all'Amministrazione fornisce il necessario supporto ai livelli decisionali regionali nel settore delle risorse strumentali. L'attivazione di un complesso di strumenti (prevalentemente informatici) utili a migliorare la conoscenza e la valutazione delle necessità dell'intero sistema immobiliare regionale, rispetto all'intero arco delle competenze che entrano in gioco, con particolare riferimento alla richieste provenienti dalle singole Direzioni e/o Servizi, è elemento essenziale sia al fine della razionalizzazione della spesa, che a quello della risposta ad esigenze reali.

2. La manutenzione del patrimonio immobiliare regionale

La Giunta Regionale possiede, in proprietà e/o in uso, circa settanta immobili, diffusi su tutto il territorio regionale, dalle caratteristiche oltremodo svariate, spazianti, ad esempio, dalla moderna funzionalità del palazzo Ignazio Silone dell'Aquila, al pregio architettonico ed artistico dei palazzi Centi e Dragonetti sempre all'Aquila, e di quel gioiello storico - monumentale che è il palazzo Ducale di Tagliacozzo, attualmente in ristrutturazione.
La realizzazione di interventi manutentivi, su un patrimonio immobiliare così vasto, deve necessariamente contemplare un ordine di priorità e, quindi, il maturare di scelte sulla scorta delle urgenze e delle risorse disponibili.

3. La programmazione degli interventi

La programmazione degli interventi manutentori costituisce momento centrale nell'attività della Pubblica Amministrazione: possedere una adeguata rete di informazioni, razionalmente ordinate ed agevolmente utilizzabili, agevola nelle scelte operative e riduce il rischio di disomogeneità nelle valutazioni: in questo senso, si è ritenuto che uno strumento oggettivo di supporto alle decisioni po-tesse essere di valido aiuto.

4. Fonte normativa

La fonte normativa si rinviene nelle disposizioni del DPR 21.12.1999 n. 554 - Titolo III - Capo I - art. 11, che disciplina la programmazione dei lavori: "Le amministrazioni aggiudicatici elaborano uno studio per individuare il quadro dei bisogni e delle esigenze, al fine di identificare gli interventi necessari al loro soddisfacimento". Ed in quelle dell'art. 128 del D.L.vo 12.04.2006 n. 163: "Il programma triennale costituisce momento attuativo di studi di fattibilità e di identificazione e quantificazione dei propri bisogni".

5. Obbiettivi del Progetto

Il Progetto che si sta attuando prevede la realizzazione di un database a schede contenente:
  • la illustrazione, grafica e descrittiva, degli immobili in uso alla Giunta Regionale;
  • il rilievo e la descrizione delle necessità manutentive;
  • la verifica della conformità degli immobili alla legislazione vigente;
  • la valutazione dell'incremento di valore degli immobili derivante dalla realizzazione di interventi manutentivi;
  • database dei progetto regionali di intervento.
Lo scopo finale del sistema gestionale così ottenuto è quello di integrare tutte le specifiche relative alla redazione del documento preliminare alla progettazione di cui all'art. 15 del citato DPR 554/1999.